Dall’esperienza di WASP, le sculture in ceramica del progetto Testando

  7 novembre 2018  >   Accadeva a MFR · Progetti

Alla scoperta delle tecniche di fabbricazione digitale tra laboratori e performance

WASP, azienda di Massa Lombarda (Ravenna) attiva nel settore della stampa 3D (progetta, produce ed effettua la vendita di stampanti 3D Made in Italy) e attenta agli sviluppi delle tecniche di fabbricazione digitale, negli ultimi anni ha focalizzato sempre di più la propria ricerca sugli impasti fluido-densi, come materiale per la stampa 3D. Per la Maker Faire 2018 ha proposto un percorso dimostrativo sulle potenzialità delle tecniche di fabbricazione digitale utilizzate nella realizzazione di sculture ceramiche. La società di Massimo Moretti ha portato nel suo stand alla Fiera di Roma, tante sculture, corredate di banner esplicativi, con la descrizione del processo produttivo e dei materiali utilizzati. Un percorso didattico che ha accompagnato il visitatore con l’obiettivo di far comprendere le tante possibilità di lavoro della stampa 3D di argilla

Un’opera scultorea dall’additive manufacturing

In particolare, WASP ha presentato alla Maker Faire Rome 2018 una performance di scultura dal vivo dell’illustratore Luca Tarlazzi. Per l’occasione, con l’aiuto del team WASP, Tarlazzi ha trasformato un modello 3D in un’opera scultorea, grazie all’additive manufacturing. Durante la tre giorni si è cimentato nella realizzazione di una scultura ceramica, con interventi di post produzione. Con l’obiettivo di mostrare ai maker come tecniche innovative e tradizionali possano convivere, intrecciandosi in un’opera dal valore artistico.

Anche laboratori per bambini

Non sono mancati workshop dedicati ai piccoli visitatori della Fiera, tra cui Ho perso la testa per la stampa 3D con cui il team WASP ha accompagnato i bambini in un percorso di stampa di piccole sculture in argilla. Partendo dal modello 3D delle teste di alcuni personaggi di fantasia, si sono realizzate piccole sculture per mostrare la grande velocità di stampa delle nuove DeltaWASP Clay.

 

 

 

 

Centro Sviluppo Progetti

WASP (che sta per World’s Advanced Saving Project) è nata all’interno del Centro Sviluppo Progetti, società nata nel 2003 dall’esperienza nel mondo dell’elettronica e della meccanica del suo fondatore, Massimo Moretti. E’ un’azienda che si occupa dello sviluppo di progetti innovativi: la ricerca e l’avanguardia sono i cardini di un lavoro che si fonda sulla volontà di lasciare un mondo migliore di quello che si è trovato e sulla fiducia nella tecnologia alla base di un progresso sostenibile. 

 

IN COLLABORAZIONE CON NINJA.IT