Consegnare pacchi con i razzi: il sogno spaziale di 3 ragazzi di Napoli

  11 Dicembre 2018  >   Accadeva a MFR · Progetti

Il team vuole integrare lo spazio nella vita delle persone, a cominciare dalle spedizioni

Un programma di razzi sonda ed una futura startup per mandare pacchi in 40 minuti in tutto il mondo usando, razzi suborbitali. E’ quanto si propongono Mattia Barbarossa, Francesco Renzulli, Ludovicomaria Rainone, tre ragazzi di Napoli. La tecnologia delle spedizioni è la stessa di quarant’anni fa, nulla è cambiato se non una domanda crescente, più che in quantità, in velocità. E se si potesse spedire ad un costo minore qualsiasi pacco da ogni punto del mondo in 40 minuti? Si è chiesto il team. “Utilizzando razzi suborbitali si può e con un programma sperimentale di razzi sonda stampati in 3D ed a breve una startup lo dimostreremo, utilizzando razzi senza pilota completamente riutilizzabili” ha detto Mattia Barbarossa.

Mattia Barbarossa con Ludovicomaria Rainone e Francesco Renzulli – credits www.facebook.com/mattia.barbarossa.5

Passione esplorazione spaziale

“Noi – ha spiegato sempre Mattia – siamo tre ragazzi con la passione per l’esplorazione spaziale e con l’obiettivo di renderla molto presto una realtà di tutti. Con i nostri progetti tra cui il programma di razzi sonda BarRen Rocketry Program e la nostra futura startup, la Logistic Dynamics, vogliamo rendere lo spazio sempre più parte della nostra vita quotidiana, per poterci spingere oltre l’orbita bassa della Terra prima di quanto si possa pensare”.


IN COLLABORAZIONE CON NINJA.IT