La piattaforma IoT per industria 4.0 e smart building su fog computing

  24 Dicembre 2018  >   Accadeva a MFR · Progetti

Un sistema per l’automazione industriale per strategie di controllo distribuite

 

Grazie allo sviluppo di sensori low-cost e alla loro integrazione in sistemi di automazione industriali e per smart building, il progetto IoT per industria 4.0 e smart building, presentato alla Call for Universities di Maker Faire Rome 2018, punta allo sviluppo di una piattaforma multisensoriale basata su microcontrollore e interfacciata con il gateway KosmoServer dedicato al fog computing, mentre per le applicazioni di analytics più complesse i dati vengono memorizzati su piattaforma MongoDB ed elaborati in modo asincrono.

 

Che cos’è il fog computing

 

Il fog computing, in pratica, estende il paradigma del cloud computing ai margini della rete, consentendo così una nuova generazione di applicazioni e servizi grazie ad una serie di caratteristiche come: bassa latenza, distribuzione geografica diffusa, mobilità, numero di nodi molto elevato, ruolo predominante dell’accesso wireless, forte presenza di streaming e applicazioni in tempo reale, eterogeneità. Si tratta cioè di ottimizzare l’uso della banda dati operando una prima scrematura dei dati provenienti dai sensori. Di questo tipo di tecnologia beneficiano soprattutto applicazioni come veicoli connessi, smart grid, smart cities e in generale per i sensori wireless.

 

maker-faire-2018

 

Il team

 

Stefano Panzeri. Il progetto è stato sviluppato dal team composto da Stefano Panzieri, Chiara Foglietta, Cosimo Palazzo, Dario Masucci, Riccardo Colelli. Panzieri è Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di “Roma Tre” dal 1996 ed è direttore del laboratorio dell’MCIP Lab (Laboratorio per la Protezione delle Infrastrutture Critiche). I suoi interessi di ricerca sono nel campo dei sistemi di controllo industriale, della robotica e della fusione sensoriale. Ha studiato, tra l’altro, l’applicazione di molte tecniche derivate dalla logica fuzzy, la stima bayesiana (Kalman Filltering) e la teoria Dempster-Shafer al problema della localizzazione basata sulla localizzazione e sulla visione.

Chiara Foglietta. Ricercatrice a tempo determinato presso il dipartimento di ingegneria e collabora con l’Università di “Roma Tre” dal 2010, Chiara Foglietta si occupa di ricerca sono nel campo della protezione delle infrastrutture critiche, specialmente reti elettriche e smart grids, dell’integrazione e fusione di dati eterogenei, e dei sistemi di controllo industriali. Insegna “Reti e Sistemi per l’Automazione Industriale” presso Università di “Roma Tre” e “Sistemi di Controllo per l’Automazione Industriale” presso Università di Cassino e del Lazio Meridionale.

Cosimo Palazzo. PhD Student presso il dipartimento di ingegneria, collabora con l’Università di “Roma Tre” dal 2014, Cosimo Palazzo si occupa di ricerca nel campo della modellazione e protezione delle infrastrutture critiche, in particolare si è occupato della progettazione e realizzazione della piattaforma software CISIApro. La sua ricerca comprende lo sviluppo di sistemi avanzati per il supporto alle decisioni, progettazione di sistemi di controllo ed architetture complesse Industrial and Home Automation IoT-based. Ha collaborato in diversi progetti europei sviluppando e progettando modelli di interdipendenze per infrastrutture critiche e strumenti per il supporto alle decisioni. 

Dario Masucci. PhD Student presso il dipartimento di Ingegneria, collabora con l’Università di “Roma Tre” dal 2015, quando ha conseguito la Laurea Magistrale,Dario Masucci si occupa di ricerca sugli algoritmi di ottimizzazione multi-obiettivo e la sostenibilità energetica. Negli ultimi due anni, ha lavorato su diversi progetti europei sviluppando e progettando algoritmi decisionali multi-criterio, modelli di interdipendenze per infrastrutture critiche e strumenti di gestione delle emergenze. Collabora inoltre con l’Enea per lo studio e l’implementazione di algoritmi di rilevazione delle anomalie nel campo del risparmio energetico.

Riccardo Colelli. Collaboratore di ricerca presso il dipartimento di Ingegneria (collabora con l’Università di “Roma Tre” dal 2017), quando ha conseguito la Laurea Magistrale,Riccardo Colelli si occupa di sicurezza cibernetica per i sistemi di controllo, prendendo in considerazione anche il processo fisico che si sta supervisionando, oltre al protocollo di comunicazione.

 

IN COLLABORAZIONE CON NINJA.IT