Il futuro della scuola? A MFR18!

  3 luglio 2018  >   Contest · Eventi · Flash · Protagonisti

 

Ben 240 i progetti che hanno aderito alla Call for School di Maker Faire Rome 2018

 

“Molto alto il contenuto innovativo degli elaborati, alcuni sono già praticamente pronti per andare sul mercato”: una valanga di progetti ad alto contenuto innovativo, 240 per la precisione, sono la solida risposta alla chiamata della Call for Schools di Maker Faire Rome, una autentica piattaforma di lancio per l’innovazione, aperta agli Istituti scolastici di secondo grado nazionali e appartenenti ai Paesi dell’Unione europea (studenti 14-18 anni) e realizzata in collaborazione con  il M

La commissione tecnica incaricata di selezionare i migliori progetti si è già riunita e ha individuato 55 tra scuole superiori di secondo livello (Istituti tecnici e licei), ITS e scuole provenienti dalla UE che li hanno elaborati: agli Istituti prescelti sarà garantito uno spazio gratuito a Maker Faire Rome 2018 e la possibilità di mettere in mostra, davanti a un vasto pubblico, la propria idea di futuro.

“Più che i numeri, ancora molto alti – afferma Lorenzo Tagliavanti, Presidente della Camera di Commercio di Roma – mi preme sottolineare l’elevata qualità dei progetti arrivati. Prototipi di alto spessore contenutistico e di estrema raffinatezza, alcuni dei quali definirei, addirittura, quasi “ready to market”; anche se il senso della nostra iniziativa non è questo, o almeno non è solo questo. La massiccia partecipazione e la capillare provenienza dei progetti sono il segnale di come la scuola italiana stia raggiungendo una professionalità elevata nella preparazione dei nostri ragazzi al tema della digitalizzazione della società e, in particolare, al mondo dei processi produttivi. Parole come fablab, stampa 3D, realtà aumentata, coding  e automazione non sono più un tabù, stanno entrando a far parte del linguaggio quotidiano di insegnanti e studenti. Ringrazio fin da ora – conclude Tagliavanti – tutte le scuole e, in particolare, tutti i ragazzi che hanno dimostrato una così ampia ed entusiastica partecipazione. Un segnale anche per il Paese. I giovani sono la reale speranza di cambiamento per l’Italia e rappresentano un patrimonio che la Maker Faire ha sostenuto e intende sostenere in tutti i modi possibili”.

Tra gli Istituti stranieri – la Call era internazionale –  prevalgono quelli greci, seguiti da quelli romeni, sloveni, spagnoli, ungheresi e tedeschi.

*********

Per tutte le altre scuole, che non abbiano partecipato ma che abbiano comunque interesse a visitare Maker Faire Rome, è possibile registrarsi all’Educational Day, che permette a istituti di ogni ordine e grado di visitare Maker Faire Rome 2018 nel suo giorno di apertura, il venerdì, in una sessione dedicata proprio interamente alle scuole. Informazioni sono disponibili qui.

 Per restare costantemente aggiornati: www.makerfairerome.eu – #MFR18; Facebook: @Maker Faire Rome;  Twitter: @MakerFaireRome; Instagram: @Maker Faire Rome; 

 _________________________________________________________________________________________________________________________

MAKER FAIRE ROME – THE EUROPEAN EDITION

“Maker Faire Rome – The European Edition” è organizzato da Innova Camera, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma ed è un evento che unisce impresa, scienza, tecnologia, educazione, manifattura, artigianato, cibo e agricoltura chiamando a raccolta il mondo dei maker e degli innovatori, insieme ad aziende, startup, università e centri di ricerca.