Evoque tunnel, lo spazio multisensoriale per i clienti

  10 Dicembre 2018  >   Accadeva a MFR · Progetti

Il progetto è stato sviluppato da EMOJ, spin-off che vuole innovare la Customer Experience

EMOJ è uno spin-off dell’Università Politecnica delle Marche che sviluppa tecnologie innovative nel campo della Customer Experience e del Customer Marketing. In particolare si occupa di sistemi di Emotional Analytics e Intelligence capaci di rendere gli spazi di interazione sensibili ed adattativi e realizzare approcci omnicanale nel campo dello Smart Retail. Alla Maker Faire Rome 2018 la società ha portato Evoque Tunnel.

In relazione empatica con i clienti

Evoque è uno spazio multisensoriale in grado di creare una connessione emotiva ed affettiva con il marchio. Lo fa creando una relazione con il cliente, attraverso l’uso di luci, colori, musiche e contenuti multimediali che cambiano continuamente in base al suo stato emotivo. “Il touchpoint esperienziale – ha spiegato Maura Mengoni,  Presidente pro-tempore e Membro del Comitato Direttivo di EMOJ – costruisce lo storytelling del brand combinando elementi fisici e digitali e sfruttando la stimolazione multi-sensoriale per attrarre, catturare e coinvolgere il cliente in un percorso emozionale di avvicinamento e conoscenza del brand e dei suoi prodotti”.

evoque
Il team di EMOJ – credits emojlab.com 

Intelligenza connettiva

Lo spazio interattivo è dotato di intelligenza connettiva che abilita delle reazioni fisiche e digitali ai comportamenti ed emozioni del cliente quando è al suo interno, si muove attraverso le diverse proposte, manipola contenuti e gioca con i suoi elementi. I principi su cui basa le sue stimolazioni sono quelli della neuroscienza.

Touchpoint adattativo al cliente

Tecnologie avanzate per l’analisi di prossimità, riconoscimento di comportamenti ed emozioni, intelligenza artificiale e digital signage vengono sfruttate in Evoque per realizzare un touchpoint adattativo al cliente all’interno del customer journey  “che per la sua modularità e configurabilità può essere installato all’ingresso e all’uscita dei negozi, al centro di una galleria commerciale oppure può diventare l’innovation hub in uno stand fieristico per lanciare i prodotti del futuro”. 


IN COLLABORAZIONE CON NINJA.IT