Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


HRI+: Human Robot Interaction Plus
HRI+: Human Robot Interaction Plus

HRI+: Human Robot Interaction Plus

HRI+ studia forme di interazione uomo-robot usando veicoli intelligenti guidati da gesti, robot simili ad animali che reagiscono a comportamenti umani, e manipolatori industriali con intelligenza artificiale per la collaborazione con operatori di fabbrica.

Nel primo caso l'obiettivo è usare il proprio corpo per guidare il robot, ed è necessario indossare dei dispositivi wearable. Nel secondo caso il focus è sull'interazione fisica e la capacità del robot di generare empatia nella persona. Infine, nel terzo caso l'idea è capire come sia possibile un'interazione intuitiva e finalizzata al raggiungimento di un particolare obiettivo (per esempio, l'assemblaggio di un semilavorato).
Italy


HRI+: Human Robot Interaction Plus

TheEngineRoom/EMAROlab, Università di Genova

Alessandro Carfì è uno studente al secondo anno di dottorato presso il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell’Università degli Studi di Genova. Alessandro ha conseguito una doppia laurea in Ingegneria Robotica presso l’Università degli Studi di Genova e l’Ecole Centrale de Nantes nel 2016, nell’ambito del programma di cooperazione internazionale European Master on Advanced Robotics Plus (EMARO+). Nel 2016 è stato in visita per sei mesi presso il Japan Advanced Institute of Science and Technology (JAIST). I suoi interessi di ricerca comprendono l’interazione uomo-robot, il riconoscimento di attività umane e l’utilizzo di robot in un contesto sociale.

Kourosh Darvish è uno studente del terzo anno del Dottorato in Bioingegneria e Robotica presso l’Università degli Studi di Genova, Italia. Ha conseguito la Laurea Triennale in Ingegneria Aeorospaziale presso l’Università di Tecnologia K.N.Toosi e la Laurea Magistrale presso l’Università di Tecnologia Sharif, Iran. Il suo progetto di ricerca di dottorato riguarda la cooperazione tra umani e robot per le fabbriche intelligenti. I suoi interessi di ricerca includono la robotica, l'interazione uomo-robot, e nello specifico l’intelligenza artificiale, il machine learning, la teoria dei controlli automatici e la pianificazione del movimento. Kourosh ha pubblicato vari articoli in giornali internazionali, conferenze internazionali e workshop.

Fulvio Mastrogiovanni è Ricercatore presso l'Università di Genova, Italia, e Professore Associato presso il Centre for Intelligent Robotics, del Japan Advanced Institute of Science and Technology, Giappone. È co-fondatore e Chief Technical Officer della start-up Teseo srl. Fulvio ha ricevuto la laurea e il dottorato in Robotica presso l'Università di Genova nel 2003 e nel 2008, rispettivamente. Fulvio è stato "Visiting Professor" presso l'Asian Institute of Technology, Tailandia, l'Università Jiao Tong, Cina, il Karlsruhe Institute of Technology, Germania, e l'Università Keio, Giappone. Ha ricoperto il ruolo di "Management Coordinator" per il progetto FP7 ROBOSKIN, "Technical Coordinator" per il progetto nazionale SHELL e "Principal Investigator" in altri progetti nazionali e finanziati dalla Commissione Europea. Fulvio è stato EU Program Chair per IEEE RO-MAN 2013 e IEEE RO-MAN 2015, EU Program Chair per DARS 2014 e EU Program Chair per URAI 2014, Industry/Exhibitions co-Chair per IEEE / RSJ IROS 2016, Workshop/Tutorials co-Chair per IEEE RO-MAN 2016 e 2017, e per ERF 2017. Fulvio sarà Program co-Chair per IEEE RO-MAN 2018. Fulvio è Senior Editor di Intelligent Service Robotics (Springer) e Editor di Robotics and Autonomous Systems (Elsevier). Fulvio ha pubblicato più di 100 articoli su riviste internazionali e conferenze internazionali peer-reviewed e un libro. Fa parte del Consiglio di Direzione dell'Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale, ed è membro del Consiglio di Ammissione e Revisione dell'incubatore di start-up Digital Tree AI a Genova, Italia. I suoi interessi di ricerca riguardano le tecniche di Intelligenza Artificiale per la Robotica e l'interazione uomo-robot. Fulvio ha ricevuto tre Best Paper Award in conferenze internazionali.

Syed Yusha Kareem è uno studente al primo anno di Dottorato presso il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell’Università degli Studi di Genova (UniGe). Yusha ha conseguito una doppia laurea in Ingegneria Robotica presso l’Università degli Studi di Genova e l’Ecole Centrale de Nantes nel 2017, nell’ambito del programma di cooperazione internazionale European Master on Advanced Robotics Plus (EMARO+).

Yusha ha lavorato al design e allo sviluppo di Arianna+, un sistema scalabile e robusto per il riconoscimento di attività umane. Arianna+ fornisce servizi domestici scpecializzati per anziani. I suoi interessi di ricerca includono lo sviluppo di un sistema modulare capace riconoscere attività umane e prendere decisioni sulla base delle informazioni ottenute. Questo sistema può essere utilizzato per rendere un ambiente smart e capace di fornire servizi per l’uomo e i robot basati sul contesto. Questo sitema può trovare utili applicazioni in ospedali, case di riposo o uffici. A questo proposito Yusha sta esplorando la possibilità di combinare l’AI classica e il machine learning.


Stand G4 (pav. 5) - UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI GENOVA

Back
 
Dati aggiornati il 04/12/2018 - 10.56.27

Pensi che il catalogo espositori sia utile a migliorare la tua esperienza con Maker Faire Rome? Esprimi un voto da 1 (inutile) a 5 (molto utile).

[Voti: 366    Media Voto: 4/5]