Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


M-1 Helicopter E series
M-1 Helicopter E series

M-1 Helicopter E series

Subject: Presentazione prototipo

M1 HELICOPTER UNICO IBRIDO AL MONDO


Gentilissimi
Sono Domenico Brocato e ho 51 anni.
Dopo la discussione della
Mia tesi sperimentale in Diritto Aerospaziale per le attività svolte belle Spazio extra atmosferico iniziai subito a collaborare con una ditta MES
( Meccanica Elettronica Servomeccanismi ) nel campo della difesa avionica al servizio della Namsa ovvero l’ agenzia logistica della NATO come Government Marketing Manager preso strutture straniere. Per completare i miei studi con un Master in marketing internazionale alla CHICAGO Saint Xavier University School
Of Management mi trasferii a Chicago Illinois .
Inoltre alla Miller Heimann University in California ho conseguito altri due Master in Conceptual Selling and Complex Strategies andando poi a lavorare nel settore della aeronautico logistico di una grande Corporation appaltatrice del Governo Americano come Direttore del quadrante del Sud Mediterraneo ove ho ulteriormente coltivato la la grandissima passione per il volo e le macchine volanti.
Passione che mi ha portato a conoscere oltre dieci anni fa Mario Mascia di 50 anni esperto comandante pilota di elicotteri sperimentali militari e a decidere da ormai diversi anni di costruire da zero secondo le rigide specifiche MIL un innovativo elicottero derivato però da consolidata tradizione . Così per gioco, per passione e tanti tanti sacrifici ora ospiti in in officina ora in un altra senza mai esserci costituiti in assetto finanziario , man mano grazie anche agli sforzi di tanta manodopera altamente qualificata sotto la l’attentato supervisione di Mario il nostro sogno ha preso forma e corpo.


Dopo un’approfondita analisi del settore abbiamo capito che il mercato elicotteristico non offre a oggi un prodotto ecologico come un elicottero ibrido cioè a carburante ed elettrico : pertanto ci siamo dedicati alla creazione e sviluppo del prototipo di un elicottero concepito in maniera “modulare”, per fare in modo che possa offrire la massima versatilità sia per tipologia di allestimenti (attrezzature da lavoro(riprese aeree, kit per irrigazione/spargimento sostanze chimiche, eli-soccorso, ecc) sia come possibilità di numero di passeggeri, tutto realizzato nell'ottica di economizzare sia il costo iniziale (prezzo di acquisto) che la successiva manutenzione.
progetto
Il nostro progetto è teso alla creazione di una macchina che possa soddisfare molteplici esigenze: possibilità di allestire il mezzo per trasporto di persone (1+1 oppure 2+1 oppure 3+1 oppure 4+1), o per l'installazione di attrezzature per elisoccorso, protezione civile, riprese aeree, trattamenti agricoli, scuola, ecc.
I vantaggi risultano evidenti se alla versatilità si coniuga un costo di acquisto e manutenzione inferiore alla concorrenza.
Attualmente gli elicotteri già presenti sul mercato presentano o un prezzo di acquisto ridotto ma con scarsa capacità di trasporto in termini di carico utile e quindi di attrezzature e numero di passeggeri, oppure, per avere la possibilità di trasportare 4-5 passeggeri o/e attrezzature, è necessario aumentare notevolmente l'investimento iniziale per l'acquisto ma soprattutto per i costi di manutenzione.
Il progetto mira a colmare quella che attualmente è una lacuna in una delle categorie di maggiore interesse degli elicotteri, il 4-5 posti, categoria dove attualmente c’è una scarsa concorrenza (se non del tutto assente) e comunque i pochi velivoli similari hanno costi praticamente improponibili e incomparabili.
I vantaggi per la clientela saranno un prezzo di vendita assolutamente appetibile e concorrenziale, costi di gestione e manutentivi minimi e soprattutto ritrovarsi a volare su di un elicottero altamente versatile, pratico e sicuro e con una lunga vita di servizio.
Semplicità
La tecnologia utilizzata per la costruzione dell’elicottero risulta essere semplice e versatile. Talmente semplice che addirittura un tecnico / meccanico di autovetture potrebbe essere in grado di manutenerlo dopo opportuna formazione. Da focalizzare che il termine semplice non deve essere fuorviante o sinonimo di scarsa qualità, ma anzi in campo aeronautico semplice è invece sinonimo e garanzia di affidabilità e durata, visto l’impiego di materiali certificati aeronautici e l’impiego di componentistica collaudata con una storia decennale.
La gestione manutentiva non ha bisogno di particolari attrezzature costose od elettroniche.
Tale prodotto non ha eguali e può essere costruito ed assemblato in un unico luogo, anche senza avvalersi di qualsivoglia altra società per parti speciali o quant’altro.

Mercato

Il mercato elicotteristico di questo nostro particolare modello, potenzialmente è immenso e non ben quantificabile in termini numerici (un esempio su tutti è il mercato cinese e delle aree limitrofe, in quanto da non molto aperto al mercato internazionale e in particolare proprio verso mezzi con le caratteristiche del nostro progetto. Di particolare interesse viste anche le molteplici richieste è la regione africana, con particolare interesse delle zone nord africane).
La versatilità di impiego del mezzo (usi civili per trasporto privato, volo sportivo dilettantistico, usi militari, servizi quali agricoltura per l’irrigazione aerea dei campi o spargimento pesticidi, prevenzione incendi, lavoro aereo, sorveglianza di vario tipo) fa si che le opportunità di business siano molteplici: clienti privati, società aeree, clienti commerciali, aziende, scuole volo, e soprattutto clienti istituzionali quali protezione civile, vigili del fuoco, forze dell'ordine ecc., tutti potenziali clienti che hanno già manifestato il proprio interesse nel nostro progetto.
I motivi per cui si acquisterebbe tale mezzo sono: costo concorrenziale, versatilità, bassi costi di manutenzione, scarsa concorrenza nel segmento.
Dato che l’elicottero è un velivolo che sta prendendo sempre più piede e l’esigenza dei trasporti e degli spostamenti di persone è sempre maggiore, perché non costruirlo? L'obiettivo è quello di riuscire a fornire una macchina con migliori caratteristiche ma con un costo più abbordabile, soprattutto se proiettato nell'arco temporale di vita dell'elicottero. Inoltre vista la particolare geografia del territorio in esame questa diventerebbe la “macchina perfetta” per una serie infinita di aspetti e compiti di cui ne cito per brevità soltanto alcuni:
- Trasporto in tempi brevi ed economici di passeggeri con la possibilità di imbarcarli e sbarcarli nelle immediate vicinanze delle loro esigenze e senza par colari problemi circa il territorio di a erraggio
- Trasporto e/o collegamento tra le varie stru ure ospedaliere del ferito, in tempi brevi, riuscendo a raggiungere zone impervie addiri ura impossibile e inaccessibili al comune soccorso su gomma.
- Possibilità di dar vita alla produzione dell’elico ero in E opia, ciò vorrebbe dire: impiego di
personale locale, possibilità per la nazione di fregiarsi del tolo di costru ore di questo modello,
possibilità di business e quindi introi
- L’elicottero in questone è impiegabile come elicottero da irrigazione dei campi o per lo spargimento di sostanze chimiche agricole
- Sorveglianza del territorio mediante l’installazione di telecamere diurne/notturne, per la protezione
dei confini, sorveglianza per anti bracconaggio
- Vista la facilità con cui è possibile pilotarlo è stato valutato come elicottero idoneo per l’utilizzo per una scuola volo per piloti (scuola di volo che è possibile creare nelle immediate vicinanze della zona di produzione)
- Inoltre l’elicottero in questione, vista la sua natura e filosofia con cui nasce, cioè quella della facilità di manutenzione e costruzione è idoneo come “elicottero scuola” attorno al quale è possibile quindi dar vita anche ad una scuola di formazione per tecnici.
Quanto appena esposto è solo la punta dell’iceberg di quanto è possibile realizzare con e attorno questo modello, si pensi ad esempio ad merchandising con una linea di abbigliamento e gadgets, creazione di una società che operi con questo elicottero per voli turistici sulle aree di maggiore interesse naturalistico, ecc.
Indotto

Lo sviluppo di questo nuovo modello vede attorno a sé la potenziale nascita di un indotto capace, a regime, di autofinanziarsi. Sono infatti già previste la nascita, oltre che della realtà industriale produttiva della macchina anche le seguenti realtà:

ZONA MANUTENTIVA attrezzata per le necessarie attività di Line and base maintenance UFFICI completi in grado di gestire ogni aspetto gravitante alla macchina
SCUOLA attrezzata per la formazione di tecnici e piloti

Dati tecnici

image1.jpeg

Altezza (da terra all’apice della testa rotore): 2.90 m Larghezza (pattino): 2.35 m
Larghezza (cabina): 1.58 m
Lunghezza (comprese pale): 12.20 m
Lunghezza (escluse pale): 9.90 m Peso 820 Kg
L’elicottero presenta una configurazione classica bipala e motorizzato con motore 6 cilindri Lycoming nella versione 540 con 280 hp per il modello a carburatori, 300 hp per il modello a iniezione.
La particolarità del motore che si riflette sull’elicottero stesso è quella che il motore è alloggiato verticalmente e direttamente collegato all’albero rotore mediante le opportune riduzioni e quindi senza alcun tipo di perdite di potenza dovute a cinghie,pulegge e affini.
Il motore scelto inoltre vanta una potenza in termini di cavalli capace di risolvere qualsiasi problema del pilota oltre ad una affidabilità assoluta dovuta a circa 50 anni di volo e di esistenza dell’azienda produttrice, oltre che un consumo di carburante inferiore a quello di elicotteri di pari peso e configurazione.
Il particolare della verticalità dell’installazione del motore fa si che non ci siano perdite di potenza dovute a inutili cinematismi o agli attriti tra i vari corpi trasferenti il moto alle pale, essendo come già detto direttamente collegato all’albero principale.
Come già detto la configurazione dei posti a sedere varia a seconda dell’utilizzo e delle richieste, partendo dalla configurazione 1+1 fino ad arrivare alla configurazione 4+1.
Dal lato avionico attualmente, vista l’affidabilità, fa la parte del leone la classica strumentazione analogica: questo permette bassi costi, facilità di installazione e manutenzione estrema semplicità e versatilità.
image2.jpegimage3.jpegimage4.jpeg

Nel tempo e con lo sviluppo dell’elicottero è prevista l’adozione di strumentazione digitale. Completano il quadro: interni ergonomici studiati appositamente per ridurre i pesi e la scomodità nelle lunghe tratte.
Attualmente siamo in contatto con una realtà industriale in grado di motorizzare con turbina l'elicottero, oltre che di allestirlo con tutte le ultime tecnologie
image5.jpeg

Pertanto speriamo di meritare un spazio espositivo durante il Maker Faire di ottobre. Restiamo in attesa di una vostra gradita comunicazione .

Saluti

Dott Domenico BROCATO
Italy


M-1 Helicopter E series

invicta , Dott Domenico Brocato & Ing Mario Macia

Subject: Presentazione prototipo

M1 HELICOPTER UNICO IBRIDO AL MONDO


Gentilissimi
Sono Domenico Brocato e ho 51 anni.
Dopo la discussione della
Mia tesi sperimentale in Diritto Aerospaziale per le attività svolte belle Spazio extra atmosferico iniziai subito a collaborare con una ditta MES
( Meccanica Elettronica Servomeccanismi ) nel campo della difesa avionica al servizio della Namsa ovvero l’ agenzia logistica della NATO come Government Marketing Manager preso strutture straniere. Per completare i miei studi con un Master in marketing internazionale alla CHICAGO Saint Xavier University School
Of Management mi trasferii a Chicago Illinois .
Inoltre alla Miller Heimann University in California ho conseguito altri due Master in Conceptual Selling and Complex Strategies andando poi a lavorare nel settore della aeronautico logistico di una grande Corporation appaltatrice del Governo Americano come Direttore del quadrante del Sud Mediterraneo ove ho ulteriormente coltivato la la grandissima passione per il volo e le macchine volanti.
Passione che mi ha portato a conoscere oltre dieci anni fa Mario Mascia di 50 anni esperto comandante pilota di elicotteri sperimentali militari e a decidere da ormai diversi anni di costruire da zero secondo le rigide specifiche MIL un innovativo elicottero derivato però da consolidata tradizione . Così per gioco, per passione e tanti tanti sacrifici ora ospiti in in officina ora in un altra senza mai esserci costituiti in assetto finanziario , man mano grazie anche agli sforzi di tanta manodopera altamente qualificata sotto la l’attentato supervisione di Mario il nostro sogno ha preso forma e corpo.


Dopo un’approfondita analisi del settore abbiamo capito che il mercato elicotteristico non offre a oggi un prodotto ecologico come un elicottero ibrido cioè a carburante ed elettrico : pertanto ci siamo dedicati alla creazione e sviluppo del prototipo di un elicottero concepito in maniera “modulare”, per fare in modo che possa offrire la massima versatilità sia per tipologia di allestimenti (attrezzature da lavoro(riprese aeree, kit per irrigazione/spargimento sostanze chimiche, eli-soccorso, ecc) sia come possibilità di numero di passeggeri, tutto realizzato nell'ottica di economizzare sia il costo iniziale (prezzo di acquisto) che la successiva manutenzione.
progetto
Il nostro progetto è teso alla creazione di una macchina che possa soddisfare molteplici esigenze: possibilità di allestire il mezzo per trasporto di persone (1+1 oppure 2+1 oppure 3+1 oppure 4+1), o per l'installazione di attrezzature per elisoccorso, protezione civile, riprese aeree, trattamenti agricoli, scuola, ecc.
I vantaggi risultano evidenti se alla versatilità si coniuga un costo di acquisto e manutenzione inferiore alla concorrenza.
Attualmente gli elicotteri già presenti sul mercato presentano o un prezzo di acquisto ridotto ma con scarsa capacità di trasporto in termini di carico utile e quindi di attrezzature e numero di passeggeri, oppure, per avere la possibilità di trasportare 4-5 passeggeri o/e attrezzature, è necessario aumentare notevolmente l'investimento iniziale per l'acquisto ma soprattutto per i costi di manutenzione.
Il progetto mira a colmare quella che attualmente è una lacuna in una delle categorie di maggiore interesse degli elicotteri, il 4-5 posti, categoria dove attualmente c’è una scarsa concorrenza (se non del tutto assente) e comunque i pochi velivoli similari hanno costi praticamente improponibili e incomparabili.
I vantaggi per la clientela saranno un prezzo di vendita assolutamente appetibile e concorrenziale, costi di gestione e manutentivi minimi e soprattutto ritrovarsi a volare su di un elicottero altamente versatile, pratico e sicuro e con una lunga vita di servizio.
Semplicità
La tecnologia utilizzata per la costruzione dell’elicottero risulta essere semplice e versatile. Talmente semplice che addirittura un tecnico / meccanico di autovetture potrebbe essere in grado di manutenerlo dopo opportuna formazione. Da focalizzare che il termine semplice non deve essere fuorviante o sinonimo di scarsa qualità, ma anzi in campo aeronautico semplice è invece sinonimo e garanzia di affidabilità e durata, visto l’impiego di materiali certificati aeronautici e l’impiego di componentistica collaudata con una storia decennale.
La gestione manutentiva non ha bisogno di particolari attrezzature costose od elettroniche.
Tale prodotto non ha eguali e può essere costruito ed assemblato in un unico luogo, anche senza avvalersi di qualsivoglia altra società per parti speciali o quant’altro.

Mercato

Il mercato elicotteristico di questo nostro particolare modello, potenzialmente è immenso e non ben quantificabile in termini numerici (un esempio su tutti è il mercato cinese e delle aree limitrofe, in quanto da non molto aperto al mercato internazionale e in particolare proprio verso mezzi con le caratteristiche del nostro progetto. Di particolare interesse viste anche le molteplici richieste è la regione africana, con particolare interesse delle zone nord africane).
La versatilità di impiego del mezzo (usi civili per trasporto privato, volo sportivo dilettantistico, usi militari, servizi quali agricoltura per l’irrigazione aerea dei campi o spargimento pesticidi, prevenzione incendi, lavoro aereo, sorveglianza di vario tipo) fa si che le opportunità di business siano molteplici: clienti privati, società aeree, clienti commerciali, aziende, scuole volo, e soprattutto clienti istituzionali quali protezione civile, vigili del fuoco, forze dell'ordine ecc., tutti potenziali clienti che hanno già manifestato il proprio interesse nel nostro progetto.
I motivi per cui si acquisterebbe tale mezzo sono: costo concorrenziale, versatilità, bassi costi di manutenzione, scarsa concorrenza nel segmento.
Dato che l’elicottero è un velivolo che sta prendendo sempre più piede e l’esigenza dei trasporti e degli spostamenti di persone è sempre maggiore, perché non costruirlo? L'obiettivo è quello di riuscire a fornire una macchina con migliori caratteristiche ma con un costo più abbordabile, soprattutto se proiettato nell'arco temporale di vita dell'elicottero. Inoltre vista la particolare geografia del territorio in esame questa diventerebbe la “macchina perfetta” per una serie infinita di aspetti e compiti di cui ne cito per brevità soltanto alcuni:
- Trasporto in tempi brevi ed economici di passeggeri con la possibilità di imbarcarli e sbarcarli nelle immediate vicinanze delle loro esigenze e senza par colari problemi circa il territorio di a erraggio
- Trasporto e/o collegamento tra le varie stru ure ospedaliere del ferito, in tempi brevi, riuscendo a raggiungere zone impervie addiri ura impossibile e inaccessibili al comune soccorso su gomma.
- Possibilità di dar vita alla produzione dell’elico ero in E opia, ciò vorrebbe dire: impiego di
personale locale, possibilità per la nazione di fregiarsi del tolo di costru ore di questo modello,
possibilità di business e quindi introi
- L’elicottero in questone è impiegabile come elicottero da irrigazione dei campi o per lo spargimento di sostanze chimiche agricole
- Sorveglianza del territorio mediante l’installazione di telecamere diurne/notturne, per la protezione
dei confini, sorveglianza per anti bracconaggio
- Vista la facilità con cui è possibile pilotarlo è stato valutato come elicottero idoneo per l’utilizzo per una scuola volo per piloti (scuola di volo che è possibile creare nelle immediate vicinanze della zona di produzione)
- Inoltre l’elicottero in questione, vista la sua natura e filosofia con cui nasce, cioè quella della facilità di manutenzione e costruzione è idoneo come “elicottero scuola” attorno al quale è possibile quindi dar vita anche ad una scuola di formazione per tecnici.
Quanto appena esposto è solo la punta dell’iceberg di quanto è possibile realizzare con e attorno questo modello, si pensi ad esempio ad merchandising con una linea di abbigliamento e gadgets, creazione di una società che operi con questo elicottero per voli turistici sulle aree di maggiore interesse naturalistico, ecc.
Indotto

Lo sviluppo di questo nuovo modello vede attorno a sé la potenziale nascita di un indotto capace, a regime, di autofinanziarsi. Sono infatti già previste la nascita, oltre che della realtà industriale produttiva della macchina anche le seguenti realtà:

ZONA MANUTENTIVA attrezzata per le necessarie attività di Line and base maintenance UFFICI completi in grado di gestire ogni aspetto gravitante alla macchina
SCUOLA attrezzata per la formazione di tecnici e piloti

Dati tecnici

image1.jpeg

Altezza (da terra all’apice della testa rotore): 2.90 m Larghezza (pattino): 2.35 m
Larghezza (cabina): 1.58 m
Lunghezza (comprese pale): 12.20 m
Lunghezza (escluse pale): 9.90 m Peso 820 Kg
L’elicottero presenta una configurazione classica bipala e motorizzato con motore 6 cilindri Lycoming nella versione 540 con 280 hp per il modello a carburatori, 300 hp per il modello a iniezione.
La particolarità del motore che si riflette sull’elicottero stesso è quella che il motore è alloggiato verticalmente e direttamente collegato all’albero rotore mediante le opportune riduzioni e quindi senza alcun tipo di perdite di potenza dovute a cinghie,pulegge e affini.
Il motore scelto inoltre vanta una potenza in termini di cavalli capace di risolvere qualsiasi problema del pilota oltre ad una affidabilità assoluta dovuta a circa 50 anni di volo e di esistenza dell’azienda produttrice, oltre che un consumo di carburante inferiore a quello di elicotteri di pari peso e configurazione.
Il particolare della verticalità dell’installazione del motore fa si che non ci siano perdite di potenza dovute a inutili cinematismi o agli attriti tra i vari corpi trasferenti il moto alle pale, essendo come già detto direttamente collegato all’albero principale.
Come già detto la configurazione dei posti a sedere varia a seconda dell’utilizzo e delle richieste, partendo dalla configurazione 1+1 fino ad arrivare alla configurazione 4+1.
Dal lato avionico attualmente, vista l’affidabilità, fa la parte del leone la classica strumentazione analogica: questo permette bassi costi, facilità di installazione e manutenzione estrema semplicità e versatilità.
image2.jpegimage3.jpegimage4.jpeg

Nel tempo e con lo sviluppo dell’elicottero è prevista l’adozione di strumentazione digitale. Completano il quadro: interni ergonomici studiati appositamente per ridurre i pesi e la scomodità nelle lunghe tratte.
Attualmente siamo in contatto con una realtà industriale in grado di motorizzare con turbina l'elicottero, oltre che di allestirlo con tutte le ultime tecnologie
image5.jpeg

Pertanto speriamo di meritare un spazio espositivo durante il Maker Faire di ottobre. Restiamo in attesa di una vostra gradita comunicazione .

Saluti

Dott Domenico BROCATO


Stand A9 (pav. 7) - INVICTA - Domenico Brocato e Mario Mascia

Back
 
Dati aggiornati il 04/12/2018 - 10.56.27

Pensi che il catalogo espositori sia utile a migliorare la tua esperienza con Maker Faire Rome? Esprimi un voto da 1 (inutile) a 5 (molto utile).

[yasr_visitor_votes]