Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


"Magnetometro Sismico"

Il magnetometro e i precursori sismici

Il termine precursore sismico elettromagnetico (Seismic Electromagnetic Precursor o SEP in anglosassone)i fa riferimento ad una ipotesi per cui un forte terremoto potrebbe essere previsto osservando una forte emissione elettromagnetica locale.

E’ successo che in diverse occasioni si è riscontrato che terremoti e attività vulcanica sono associati alla emissione o alla variazione di segnali elettrici ed elettromagnetici (segnali EM) di origine naturale. Negli ultimi decenni osservazioni effettuate in molte aree del mondo hanno permesso di raccogliere una grande quantità di segnali che mostrano variazioni EM associabili a eventi tettonici e vulcanici. Il mondo della ricerca è impegnata a trovare meccanismi teorici per studiare la correlazione tra questi segnali EM con gli eventi tettonici e vulcanici che li genererebbero.

Il nostro Istituto, coinvolto direttamente negli eventi sismici del 1997 e del 2016, ha sviluppato una sensibilità ed un interesse al fenomeno dei terremoti. Già nell’anno 2000, quando erano attivi i corsi di Elettronica e Elettrotecnica si è dotato di due stazioni sismografiche a pendolo verticale orientate secondo le direzioni N-S e E-O . Co l’accorpamento degli Istituti e la presenza del corso CAT (Costruzione Ambiente e Territorio) questa sensibilità allo studio dei terremoti e al comportamento degli edifici si è rafforzata conseguendo anche nozioni teoriche più pertinenti.
Lo scorso anno abbiamo partecipato con il progetto Tavola Vibrante, in gradi di simulare le oscillazioni proprie dei terremoti per meglio comprenderne le azioni sulle strutture degli edifici.
Quest’anno abbiamo deciso di allargare le nostre competenze anche con lo studio dei cosiddetti “precursori sismici” ed in modo particolare abbiamo costruito una apparecchiatura per la rilevazione e lo studio delle variazioni di campo magnetico.

Il sistema di rilevazione è costituito da un sensibile sensore di campo magnetico naturale, da un circuito di condizionamento del segnale rilevato allo scopo di potenziarlo e al contempo di filtrare tutte le componenti di disturbo e da un sistema di acquisizione e conversione A/D basato sulla tecnologia Arduino. I dati rilevati vengono memorizzati i un archivio database per poter poi essere studiati e graficati.

Italy



Classe 4A Istituto Istruzione Superiore M.Polo - R. Bonghi - Assisi (PG)

La classe é composta da 23 alunni motivati, molto affiatati e sensibili alle novità . Affrontano i vari progetti con spirito positivo con competenza e preparazione. Sono molto disponibili alle attività progettuali che affrontano con disponibilità all’ aggiornamento. Una grande qualità è la grande capacità a lavorare in team. Per la realizzazione del progetto , per non togliere tempo alle attività curriculari , sono stati disponibili al lavoro pomeridiano.


Stand D31 (pav. 9) - Istituto M. Polo R. Bonghi - Assisi (PG)

Back
 
Dati aggiornati il 04/12/2018 - 10.56.27

Pensi che il catalogo espositori sia utile a migliorare la tua esperienza con Maker Faire Rome? Esprimi un voto da 1 (inutile) a 5 (molto utile).

[Voti: 350    Media Voto: 4/5]