Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


Drone Automatico

Drone Automatico

L'obiettivo è costruire un drone in grado di volare e ricaricarsi in modo automatico, in grado di spaventare gli uccelli, impedendo loro di abituarsi a pattern ricorrenti. La soluzione sarà un punto di svolta nel settore agricolo, dal momento in cui l'agricoltore, adottando questa soluzione, risparmierà tempo prezioso e denaro.
Attraverso una Web App è possibile impostare i waypoint che il drone deve seguire. Questo è tutto ciò che l'agricoltore deve fare. Dopo aver ricevuto le coordinate dei punti, il drone volerà autonomamente attraverso di loro. Quando si esaurirà la batteria, il drone tornerà alla sua basestation ed inizierà la fase di ricarica. Ciò avviene senza alcuna interazione umana. Una volta ricaricato, il drone è pronto per decollare e ricominciare la missione.
Per spaventare gli uccelli, abbiamo montato sul drone un altoparlante in grado di riprodurre i versi di predatori come ad esempio falchi. Il suono emesso dal drone cambierà nel tempo (in modo casuale) per impedire agli uccelli di abituarsi ad esso. Inoltre, anche l'ordine dei waypoint verrà seguito in modo casuale, questo per lo stesso problema sopra menzionato.
Il drone è in grado di coprire 10 ettari con una singola carica. Per coprire la stessa area, le altre soluzioni attuali sono altrettanto costose, ma meno efficaci (cannoni) o molto più costose (reti).
Italy


Drone Automatico

FlyingScarecrows

FlyingScarecrows è un progetto nato durante lo Start-up Lab (SUL), il laboratorio di imprenditorialità dell' Università degli Studi di Trento in collaborazione con CLab Trento e HIT-Hub Innovazione Trentino, dove quattro ingegneri EIT Digital, Giorgio, Sofia, Andrea e @Marco si sono uniti a due studentesse di Innovation ed International Management MIM - University of Trento, Egle e Nicoletta. Per quattro mesi il team ha lavorato sulla creazione, validazione ed implementazione di un'idea di business basata su un drone da applicare in campo agricolo per risolvere il problema dell'avifauna invasiva. Al termine del percorso del SUL il team si è aggiudicato il primo posto (su 21 team partecipanti) e a breve rappresenterà l'Università di Trento alla competizione globale di Innovazione ed Imprenditorialità studentesca: Virginia Tech KnowledgeWorks VT KnowledgeWorks che si terrà dal 19 al 26 Agosto negli Stati Uniti!


Stand B14 (pav. 5) - Università degli Studi di Trento

Back
 
Dati aggiornati il 04/12/2018 - 10.56.27

Pensi che il catalogo espositori sia utile a migliorare la tua esperienza con Maker Faire Rome? Esprimi un voto da 1 (inutile) a 5 (molto utile).

[Voti: 369    Media Voto: 4.1/5]