Attenzione: Questa pagina è in continuo aggiornamento


L'officina degli  errori: il tinkering va a scuola!
L'officina degli  errori: il tinkering va a scuola!

L'officina degli errori: il tinkering va a scuola!

INAF, l'Istituto Nazionale di Astrofisica, e' da sempre impegnato nella progettazione di pratiche educative e di comunicazione per il pubblico con l'obiettivo di diffondere la cultura scientifica e astrofisica, di stimolare l'interesse nell'esplorazione spaziale, nella ricerca scientifica così come nei suoi meccanismi, tecnologie e sfide. All'interno di questo ricco quadro abbiamo sviluppato le nostre attività di tinkering, formandoci sul lavoro del tinkering studio e lasciando che i bambini fossero i veri protagonisti del gioco invece di salire in cattedra e "trasmettere" come pensiamo e lavoriamo quando facciamo ricerca.
Italy


L'officina degli  errori: il tinkering va a scuola!

INAF-OAS Bologna, Cryowaves Lab, Sara Ricciardi Fabrizio Villa

Le attività di tinkering sono state sviluppate dai ricercatori di Cryowaves, INAF OAS Bologna, un gruppo sperimentale che si è occupato del satellite Planck dell’ESA di palloni stratosferici, tecnologie millimetriche e analisi dati in questo momento sta mettendo a frutto la grande esperienza tecnologica e di progetto sviluppando nuovi strumenti da terra e da spazio nelle microonde in ambiente criogenico per l’osservazione del cielo. Il team di Cryowaves crede che questi laboratori con le scuole siano importanti per i ricercatori per spiegare in modo attivo come funziona la comunità scientifica, per i ragazzi per i processi virtuosi ed inclusivi che innesca ma anche più' in generale per costruire una società equilibrata, responsabile, conscia di se stessa e pronta per il futuro.


Stand F8 (pav. 5) - INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica - Sara Ricciardi

Back
 
Dati aggiornati il 04/12/2018 - 10.56.27

Pensi che il catalogo espositori sia utile a migliorare la tua esperienza con Maker Faire Rome? Esprimi un voto da 1 (inutile) a 5 (molto utile).

[Voti: 350    Media Voto: 4/5]